Wondernet Magazine
Benessere

Smart working e mal di schiena: alcuni consigli per una postura corretta

Smart working e mal di schiena, consigli per una postura corretta
Oggi lo smart working è una modalità oramai familiare a molti lavoratori, considerando il suo boom negli ultimi due anni causa Covid. Ma il maggior tempo trascorso al computer e l’assunzione di posture scorrette possono causare danni alla schiena

Continua da ormai due anni lo smart working. Il Governo ha deciso che fino al 31 marzo si proseguirà con il lavoro agile, permettendo ai dipendenti di passare più tempo in famiglia, massimizzando le proprie prestazioni professionali.

Di contro, un tempo maggiore trascorso al computer equivale anche ad una maggiore sedentarietà, che non fa bene né al girovita, né alla schiena.

Lo smart working e la postura sbagliata

Moltissime persone che lavorano al computer per ore, purtroppo, tendono ad assumere una postura scorretta, il che ha delle pesanti conseguenze sulla salute della schiena. Anche le spalle e la cervicale subiscono tutti gli effetti negativi di una postura sbagliata, cosa che può portare ad altre complicazioni, anche a livello articolare. 

Smart working e mal di schiena, consigli per una postura corretta

Più passa il tempo, più è difficile intervenire per correggere la postura, come sottolineano anche gli specialisti. Ovviamente non sempre si possono attribuire allo smart working le cause del mal di schiena perché, come viene spiegato in alcune pagine del settore, è possibile che vi siano anche altre motivazioni alla base di questi dolori. Ritornando al legame fra smart working e dolori fisici, è indubbio che la sedentarietà non aiuta. 

In altre parole, chi trascorre molto tempo seduto di fronte ad un monitor deve svolgere dell’attività fisica quotidiana, per allentare le tensioni muscolari e articolari. Vuol dire concedersi una pausa ogni tot ore e mettersi in moto, ad esempio passeggiando per una mezz’oretta. È importante, perché il mal di schiena può diventare un disturbo in grado di peggiorare di molto la qualità della vita di chi ne soffre.

Smart working e mal di schiena, consigli per una postura corretta

Consigli per adottare una postura corretta

Per prima cosa, viene l’attrezzatura. È meglio prevenire i problemi acquistando una sedia professionale, come quelle da ufficio o da gaming: un investimento che si ripagherà piuttosto rapidamente. Anche il professionista deve comunque impegnarsi per mantenere una postura corretta, evitando ad esempio di incurvare la schiena, mantenendola dritta. Il mal di testa e i dolori alla cervicale, infatti, dipendono spesso dalla prolungata flessione del collo e della testa in direzione del monitor, senza avere la possibilità di prendersi una pausa. 

Gli esercizi di stretching e di allungamento della schiena possono aiutare a spezzare questo ritmo, e lo stesso discorso vale per le circonduzioni delle spalle. Inoltre, gli esperti consigliano di muovere qualche passo ogni 60 minuti trascorsi al pc. Quali sono gli altri consigli per contrastare il rischio di assumere una postura sbagliata al computer? Si suggerisce di abbracciare alcune pratiche positive come lo Yoga, e di posizionare correttamente le gambe, distendendole invece di rannicchiarle sotto la sedia. Seguendo questi consigli, sarà possibile intervenire per dare sollievo alla schiena e per assumere una postura migliore.

Articoli correlati

Sesso e Covid-19: 8 regole per vivere serenamente l’intimità nella “Fase 2”

Redazione

Zucca: tutte le proprietà e i benefici dell’ortaggio autunnale per eccellenza

Redazione

Ansia: 7 strategie per tenerla sotto controllo

Redazione

Lascia un commento