Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Louis Vuitton: per la Primavera/Estate 2022 sfilano sexy vampire in un viaggio fra le epoche

Nicolas Ghesquière ha portato nel Passage Richelieu del Louvre la collezione Primavera/Estate 2022 di Louis Vuitton. In passerella abiti creati dai costumi della sexy vampira Irma Verp!

Tutto è pronto per ospitare il gran viaggio di Louis Vuitton. Un viaggio nel tempo che ha attraversato varie epoche. Partendo dalla storia del fondatore, del quale si celebrano i 200 anni dalla nascita, che proprio in questo luogo di Parigi incontrava l’imperatrice Eugenie, di cui era l’esclusivo fabbricante di bauli. Protagoniste di questo viaggio sono delle sexy vampire,  con abiti che avvicinano il ready to wear alla couture.

E come ha rivelato Nicolas Ghesquière, direttore creativo del womenswear della maison: «Mi piace la figura del vampiro che viaggia attraverso il tempo, adattandosi ai dress code dell’età in cui vive, mantenendo comunque un certo fascino del passato». Al crepuscolo dunque le creature della notte si sono preparate a uscire. Un rintocco di campane. Il Passage Richelieu, che divide il Louvre da rue de Rivoli, è illuminato da lampadari d’epoca e da candelabri.

Louis Vuitton, la sfilata Primavera/Estate 2022
Nicolas Ghesquière, direttore creativo Louis Vuitton donna, al termine della sfilata Primavera/Estate 2022

La Primavera/Estate 2022 di Louis Vuitton

La Primavera/Estate 2022 di Louis Vuitton viaggia avanti e indietro nel tempo in una sperimentale nozione di atemporalità. E come ha svelato ancora Ghesquière: «La premessa di questa collezione deriva dalla mia partecipazione alla serie Irma Vep di Olivier Assayas, adattata dal suo film con protagonista Maggie Cheung, che ho amato. Ho disegnato i costumi per Alicia Vikander, che ha il ruolo della vampira protagonista e altri personaggi». 

Gli abiti dunque raccolgono tutte le suggestioni del viaggiare nei secoli. Così come la sfacciataggine glamour degli anni del Charleston, oppure l’effetto lingerie sulle giacche con le code da frac. Sulle note di Iron di Woodkid, sfilano abiti leggerissimi, destrutturati, eterei. Le gonne a pieghe si trasformano in cappe. I corsetti diventano cappotti da sera. Uniformi sono abbinate a bluse e colletti ottocenteschi lavorati con filo metallico. Bomber ibridi sono impreziositi da una coda. Infine al ballo della notte ecco i pizzi, le camicie con le gorgiere di pizzo, le crinoline e i sexy bustier. Il ballo delle sexy vampire di Vuitton!

Articoli correlati

Max Mara, la sfilata della collezione SS21 alla Milano Fashion Week

Redazione Moda

Children of The Discordance, alla Tokyo Fashion Week la seconda release FW21

Redazione Moda

N21: per la SS22 di Alessandro Dell’Acqua sfila una sensualità disinvolta

Paola Pulvirenti

Lascia un commento