Wondernet Magazine
LIBRI

“La ragazza che non sapeva fare borse”: Carla Braccialini si racconta in una biografia

Carla Braccialini, fondatrice dello storico brand fiorentino di pelletteria insieme al marito Roberto, si racconta in una biografia in uscita per Gruppo Editoriale

Fondata nel 1954 da Roberto e Carla Braccialini, l’omonimo brand di pelletteria fiorentina ha iniziato l’attività come come azienda artigianale di borse. Alla scomparsa del marito, Carla Braccialini prende le redini dell’azienda.

Nel 1980, con l’ingresso in azienda dei figli Riccardo e Massimo, Braccialini si espande a livello internazionale. È l’epoca delle nuove collaborazioni, quelle con Vivienne Westwood nel 1987 e con Fiorucci, Rocco Barocco e Bagutta nel 1988.

Braccialini, da azienda artigianale a brand conosciuto in tutto il mondo

Nel 1990 nasce il logo ufficiale del brand, quello della rosa stilizzata. Braccialini continua la sua espansione in Italia e nel mondo, fino a contare nel 2006 la propria presenza in ben 40 paesi. Nel 2009 Carla Braccialini viene nominata Cavaliere del Lavoro dall’allora Presidente Giorgio Napolitano.

Nel 2014, Braccialini ha celebrato i 60 anni con una mostra al Museo Marino Marini di Firenze intitolata “Il Giardino Incantato”, una retrospettiva che ripercorreva i 60 anni di estro e creatività dell’Azienda di Scandicci. Si è poi espansa anche sul mercato delle fragranze femminili con il lancio del primo profumo nel 2015.

La fondatrice, oggi novantenne, si racconta in questa biografia, arricchita da foto d’archivio, ricordi dall’album di famiglia e racconti. Un racconto intimo e personale, firmato con il giornalista e scrittore Maurizio Naldini, ed edito da Gruppo Editoriale.

“La ragazza che non sapeva fare le borse’’

Nelle 200 pagine del libro “La ragazza che non sapeva fare le borse’’, Carla Braccialini racconta la sua di una ragazzina nata a Ponte a Mensola (Firenze). Poi il matrimonio con Roberto, i due figli, la creatività e il coraggio che l’hanno portata a diventare un’imprenditrice di successo. “Se fossi stata esperta di pelletteria, non sarei riuscita a realizzare le mie borse. Invece, così, sono stata libera di andare dove volevo”, racconta Carla Braccialini. Nel volume anche il racconto dei molti viaggi fatti in tutti i continenti, fonte di grande ispirazione per le sue creazioni. E poi le amicizie di una vita, gli incontri più importanti, con una lunga lista di nomi conosciuti, e i riconoscimenti, come la nomina a Cavaliere del Lavoro, ricevuta nel 2009 dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Articoli correlati

Intervista ad AN15, l’artista underground milanese autrice del romanzo “Underdog”

Laura Saltari

Le campagne più iconiche degli anni ’90 di Prada nel libro che celebra Glen Luchford

Laura Saltari

“Yes I know…Pino Daniele”, il nuovo libro di Carmine Aymone in libreria e negli store digitali

Redazione

Lascia un commento