Wondernet Magazine
BEAUTY

Make-up e skincare uomo: la nuova frontiera della bellezza inclusiva

Make-up e skincare uomo, la nuova frontiera del beauty
Il make-up e skincare dedicati all’uomo non sono più un tabù ormai da tempo. La bellezza si fa inclusiva: l’attenzione non è più rivolta al sesso ma al singolo individuo, senza pregiudizi nè schematizzazioni mentali limitanti. È un cambiamento epocale del mondo della bellezza che ha rovesciato completamente il paradigma, smettendo di prendere le donne come il target principale.

Dal make-up allo skincare dedicati all’uomo, molte aziende, ormai, hanno tarato la nuova creatività in termini di prodotto e comunicazione cercando di attirare un nuovo gruppo di riferimento: quello maschile. La nuova frontiera della bellezza inclusiva abbraccia tendenze dedicate all’uomo, abbattendo le differenziazioni tra sesso femminile e maschile.

Bellezza inclusiva, la nuova frontiera del beauty

Che sia solo per nascondere le occhiaie con un correttore ad hoc o truccare gli occhi con un velo di matita o che sia, invece, un trucco uomo più strutturato da make-up artist, siamo di fronte a un punto di non ritorno. A un capovolgimento netto del paradigma.

 Make-up e skincare uomo, la nuova frontiera del beauty

Make-up e skincare per l’uomo: alcuni dei brand che hanno lanciato prodotti no gender

Negli anni, molti termini sono stati utilizzati per denominare il trucco maschile, promuovendo così uno stile androgino. Ne è un esempio, la scelta di Calvin Klein con il suo CK One, risalente al 1994: un profumo genderless che aprì il dibattito sui generi nell’industria della bellezza. Eppure, è solo nell’ultimo periodo che i grandi brand stanno lanciando nuovi prodotti volutamente non declinati per lui/per lei. Troviamo Gucci, con il suo nuovo profumo no genderMAC Cosmetics, con il suo nuovo ambassador K-pop star. Altro esempio lampante è Chanel. Nel 2019, ha lanciato Boy de Chanel, una collezione essenziale: una matita per le sopracciglia, un balsamo labbra, un fondotinta, due smalti opachi e un set detergente. Giorgio Armani nel 2016 aveva lanciato Him/Her Lip Care per la linea Armani Prima. Dior, per la sfilata Uomo Autunno-Inverno 2019/20, ha fatto sfilare modelli truccati con la linea di make up Dior Back Stage 2018, prodotti pensati per le donne, ma con formule innovative perfette anche per gli uomini. Da poco, in Italia, è arrivato il brand MMUK Uomo, una linea di make up in vendita su Asos.

 Make-up e skincare uomo, la nuova frontiera del beauty

L’approccio inclusivo dell’universo beauty non parte dal lato estetico ma da un bisogno sociale

Raquel Megalrejo, Founder di Itit Cosmetics, commenta questa eclatante rivoluzione all’interno dell’universo beauty. «È una necessità spostarsi verso questo approccio, che non parte sicuramente dal lato estetico ma da un bisogno sociale. Si tratta di una evoluzione importante dove i trend vanno al di là di cosa siamo, rispecchiando la libertà di ogni persona a essere esattamente quello che vuole. Per alcuni è uno stile di vita, per altri si tratta della cura personale a livello estetico. Per molti altri ancora, i trucchi sono diventati un modo per esprimere se stessi. Il trend del grooming maschile sarà sempre più focalizzato sul togliere imperfezioni e nel minimizzare i difetti. Anche gli uomini sono poi attenti a rughe e rughette. Infine, nel trucco uomo non manca il mascara, rigorosamente nero per poter enfatizzare lo sguardo. Oppure, trasparente da utilizzare come primer per rinforzare e far crescere ciglia e sopracciglia».

Make-up e skincare uomo, la nuova frontiera del beauty

Il ruolo dei social media nell’universo del make-up e skincare da uomo

In linea con questa tendenza, Instagram, YouTube e Tik Tok giocano un ruolo sempre più importante, creando conversazioni e tutorial legati al beauty maschile che finiscono per diventare un punto di riferimento per tutti e non solo per un unico target. Hashtag come #boymakeup e #malemakeup contano ormai migliaia e migliaia di post. Mentre, #menwhomask, raccoglie scatti realizzati da uomini che indossano maschere e creme viso scardinando l’ultimo tabù, ovvero che queste «sono solo cose da donne».

Make-up e skincare uomo, la nuova frontiera del beauty

L’universo del make-up e skincare per uomo consacra l’ascesa dei truccatori maschili

L’ascesa del make-up genderless si deve molto, per l’appunto, ai beauty blogger uomini, come l’inglese Jake-Jamie Ward conosciuto sui social come The Beauty Boy, che ha dato il via al movimento #makeupisgenderless.

Make-up e skincare uomo, la nuova frontiera del beauty
James Charles

I truccatori maschili sono diventati famosi con marchi tradizionali come CoverGirl e Anastasia Beverly Hills. In particolare il brand CoverGirl, che ha proprio la parola “girl” nel suo nome, nel 2016 ha scelto come testimonial James Charles, un diciasettenne di New York. L’anno precedente, il giovane aveva aperto un profilo Instagram e un canale YouTube per condividere la sua passione per il trucco.

 

 

 

 

Articoli correlati

Minimalismo beauty: la tendenza per il 2021, dalla skin care al make-up

Valeria Torchio

Profumi, le novità dell’autunno 2019

Redazione

Balsami labbra colorati: i “burro cacao” che sostituiscono il rossetto

Valentina Turci

Lascia un commento