Wondernet Magazine
LIFESTYLE

Il trend del momento in ambito moda e beauty: i funghi, usati sia in cosmetica che nell’industria fashion

l funghi sono il trend del momento in ambito moda e beauty. Il 2021 proclama, quindi, come protagonista questo tipo di organismi, da anni sottovalutati. Grazie alle loro proprietà, possono essere adoperati in svariati campi, strizzando l’occhio al green, tendenza in crescita esponenziale.

Per questo 2021 i funghi saranno sotto i riflettori in molteplici settori, in particolare nella moda e nel beauty. Dei funghi non si butta via nulla perché ogni pezzo, estratto e particella, pare essere divenuto fondamentale per farne ritrovati unici e al passo con i tempi. In che modo questi organismi faranno la differenza ce lo spiegano gli esperti di cosmesi, i CEO e stilisti delle Maison, i quali svelano la preziosità dei funghi, fino ad oggi sottovalutati.

Per il settore moda nasce “Mylo”, biomateriale ricavato dalle radici dei funghi

Mai come ora la sostenibilità rappresenta il più importante traguardo da raggiungere all’interno del Fashion System. Nel campo della moda, i funghi strizzano l’occhio al green, tanto che dai miceti si ricava una pelle alternativa, tutta vegetale, con cui già sono in produzione borse, scarpe e perfino rivestimenti per divani. Adidas, Stella McCartney, Lululemon e Kering hanno già collaborato per investire in un nuovo biomateriale che deriva dai funghi, brevettato col nome ‘Mylo’. Dalla continua ricerca e innovazione di Bolt Threads è infatti nato questo materiale, ricavato dalle radici dei funghi che vanta tutte le caratteristiche del cuoio, sia per quanto riguarda l’aspetto che le peculiarità tecniche. Necessita di un consumo molto ridotto di acqua e altre risorse energetiche. Inoltre, può essere prodotto con qualsiasi colore, finitura o goffratura. I brand sopracitati, si sono uniti per dare vita al Mylo Consortium, un fondo di investimento che ha l’intenzione di commercializzare al più presto possibile questo nuovo tipo di materiale.

Gli stilisti promotori del biomateriale ricavato dai funghi uniti per la riduzione dell’impatto ambientale

Il  presidente e amministratore delegato di Kering, François-Henri Pinault, ha dichiarato: «Trovare materiali e tessuti alternativi e innovativi può potenzialmente ridurre drasticamente l’impatto ambientale del nostro settore a lungo termine». Stella McCartney ha aggiunto «Molte persone associano la pelle al lusso, ma sin dall’inizio ho sempre voluto affrontare le cose in un modo diverso perché uccidere animali per amore della moda è semplicemente inaccettabile. Lavorare a stretto contatto con Bolt Threads dal 2017 è stata un’esperienza che ha cambiato la carriera».  Il CEO di Adidas, Kasper Rorsted,  ha affermato che l’impegno dell’azienda non rende solo Adidas più ecosostenibile, ma stimola anche lo sviluppo dell’intero settore. L’obiettivo è di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 su tutta la catena di approvvigionamento.

I funghi e i loro innumerevoli benefici nella beauty routine

Nel settore beauty, è la volta dei funghi “elisir di bellezza”. A lungo utilizzati nella medicina cinesei funghi sono sempre più oggetto di studio riguardo i loro potenziali benefici per la pelle. Ricchi di composti attivi che hanno effetti antiossidanti, anti- invecchiamento, illuminanti, idratanti e anti-infiammatori, possono farci spuntare una lunga serie di desideri. Alcuni, come il reishi e il maitake, sono adattogeni, ovvero supportano le difese del corpo e proteggono dallo stress che potrebbe lasciare la pelle vulnerabile. In più, i funghi sono anche miniere di vitamina D, essenziale per sostenere il sistema immunitario della pelle. «I loro estratti stanno diventando un ingrediente importante nei prodotti cosmetici» spiegano gli analisti Wgsn.

Alcune delle tante aziende cosmetiche che inseriscono ingredienti derivati dai funghi nei loro trattamenti beauty

Molte aziende cosmetiche stanno inserendo ingredienti di origine miceliale in prodotti di trattamento della pelle e la sua detersione. Beauty brand come Origins o Ren usano gli estratti di funghi nei loro sieri, creme idratanti e maschere. Marchi come Charlotte Tilbury, Marc Jacobs e Laura Mercier includono questi nuovi supereroi skincare nei loro fondotinta. La biotech statunitense Bloomage ha presentato un ingrediente derivato dalla fermentazione di due funghi giapponesi, l’Hericium Erinaceum e il Tricholoma Matsutake. Il composto è in grado di difendere i mitocondri ed il DNA della pelle e i ricercatori ne hanno dimostrato l’efficacia. Origins (di proprietà del brand The Estée Lauder Companies) ha una linea interamente a base di funghi , messa a punto dal medico Andrew Thomas Weil. In questi prodotti si ritrovano i funghi Chaga, decongestionati, i Reishi ringiovanenti e il Coprinus ad azione antiossidante per la pelle.

Alcuni prodotti a base di estratti di funghi del beauty brand “Origins”

 

 

 

 

Articoli correlati

Levi’s X Target: arriva la nuova collaborazione lifestyle in edizione limitata

Valeria Torchio

Black Friday 2020, i cambiamenti legati alla pandemia: ecco quali sono i nuovi trend

Valeria Torchio

Radio Italia è la prima radio italiana a sbarcare su ClubHouse: dal 2 marzo le room su Sanremo

Redazione

Lascia un commento