Wondernet Magazine
BEAUTY Skin care

Opte: la stampante skin care che scansiona e corregge le imperfezioni del volto

opte
Un prodotto semplicemente rivoluzionario, Opte è la nuovissima stampante skin care a getto d’inchiostro portatile che scansiona digitalmente la pelle, analizza la carnagione e camuffa tutti i tipi di macchie.

P&G Ventures Opte è un dispositivo palmare che scansiona il viso e deposita la quantità perfetta di siero pigmentato per nascondere le macchie senza soluzione di continuità. Per questo nuovo prodotto, lanciato lo scorso 30 settembre, sembra che ci sia già una lista d’attesa di almeno 25.000 persone.

Opte: la stampante per il trucco

Thomas Rabe, co-creatore di Opte e ricercatore presso P&G Ventures afferma che questo nuovo device è in grado di notare più imperfezioni e contrasti di toni di quanto sia in grado di vedere l’occhio umano. Non solo è l’unica stampante a getto d’inchiostro portatile in assoluto per la bellezza, ma è anche l’unico dispositivo a essere portatile.

Il creatore di questo oggetto concettualizzò per la prima volta l’idea nel 2007 creando nel corso degli anni circa otto prototipi. Sembra che il primo modello fosse grande quanto un tavolo da cucina, mentre adesso ha le dimensioni di uno smartphone.

Come funziona Opte?

Copre circa il 98 percento dei toni della pelle, dalla più chiara, quella quasi bianca, alla più scura che corrisponde a un color tortora. Al suo interno sono presenti tre tonalità di siero colorato integrate con il cinque percento di Niacinimide (un acido che ha la funzione di donare alla pelle un effetto illuminante) .

Il siero formulato per la bellezza pulita è a base d’acqua, non tossico e contiene solo 11 ingredienti necessari per risultati evidenti.

Ma andiamo nel dettaglio del suo funzionamento.

A differenza di un fondotinta coprente, Opte camuffa solo le imperfezioni. Utilizzando una fotocamera ad alta definizione (simile a quella degli smartphone), riesce a catturare 200 immagini al secondo. Il dispositivo  scansiona la pelle con la sua luce blu, cercando le aree più scure della carnagione.

Una volta identificati i punti scuri, tramite una stampante a getto d’inchiostro, Opte deposita delle microscopiche goccioline di siero che, unendosi alle macchie, queste si mimetizzano e scompaiono. A ogni rilascio delle goccioline, l’apparecchio emette un clic. La frequenza dei clic è correlata alla quantità di macchie rilevate e al prodotto che viene erogato.

L’intero processo di applicazione richiede circa cinque minuti con un risultato impercettibile a occhio nudo.

Un dispositivo rivoluzionario

Opte è una vera e propria rivoluzione nell’industria dello skin care e del make-up in quanto ridefinisce il concetto stesso del truccarsi. Il suo obiettivo principale non è quello di sfumare la tonalità della pelle, bensì quello di mimetizzarle, ottenendo in questo modo, un colore totalmente uniforme.

Sebbene sia adatto a tutti i tipi di pelle, Opte è fortemente indicato in tutti quei soggetti con problemi correlati alla melanina, tra cui melasma, macchie scure e segni lasciati dall’acne giovanile. Riesce a coprire persino le lentiggini e i capillari rotti.

Anche se viene generalmente utilizzato per il viso Thomas Rabe sostiene che questo prodotto è un’enorme opportunità per correggere l’iperpigmentazione nella zona del torace. È risaputo che la maggior parte delle donne subisce i danni solari prevalentemente in quella zona.

Articoli correlati

Balsami labbra colorati: i “burro cacao” che sostituiscono il rossetto

Valentina Turci

Microblading e trucco semipermanente: l’esperta in dermopigmentazione spiega tutto quello che c’è da sapere

Laura Saltari

Lady Gaga è il volto di Voce Viva, la nuova fragranza di Valentino Beauty

Valentina Turci

Lascia un commento