Wondernet Magazine
LIFESTYLE

Come sistemare il frigo al rientro dalle vacanze per conservare bene i cibi ed evitare sprechi

frigo
La corretta sistemazione degli alimenti in frigorifero passa attraverso alcune semplici regole basilari, che se seguite correttamente consentono una conservazione ottimale dei cibi.

Il rientro dalle vacanze può essere l’occasione giusta per sistemare il frigo nel modo giusto, garantendo ai prodotti al suo interno di mantenersi freschi e integri, senza che si deteriorino prima del tempo. Come sistemare il frigo è un problema, in realtà, da affrontare anche prima delle partenze per le ferie (soprattutto se più lunghe di un weekend).

Con pochi accorgimenti si possono evitare sprechi inutili, dunque vediamo come sistemare il frigo per evitare sgradite sorprese al ritorno e come mantenerlo pulito e ordinato.

Come sistemare i cibi nel frigo

Mettere sui ripiani sbagliati carne, formaggi, uova, frutta, verdura o pesce può comprometterne la conservazione e, purtroppo, incrementare inutili sprechi. Viceversa, posizionarli negli spazi giusti può aiutare a non buttare cibo, a conservarlo a lungo e senza comprometterne freschezza, potere nutrizionale e sapore.

A tal proposito, innanzitutto è importante riporre sempre gli alimenti in pellicola, fogli di alluminio o appositi contenitori con coperchio, perché altrimenti oltre ai rischi appena elencati c’è anche quello di generare cattivi odori nel frigo.

Tendenzialmente in alto vanno posizionati dolci, burro, yogurt e formaggi; al centro cibi già cotti, sughi e affettati; in basso carne, pesce e cibi crudi.

I cassetti sono predisposti per accogliere verdura e frutta, gli sportelli sono pensati per le bevande ed esistono poi appositi spazi per le uova (che si conservano non oltre un mese). preposti per accogliere frutta e verdura, mentre negli sportelli si mettono bevande e salse, che non hanno bisogno di temperature troppo basse.

A proposito dei cibi già cotti, dunque degli avanzi, è bene non tenerli in frigorifero oltre 5 giorni. Meglio procedere con conservazione in freezer, se non si possono consumare nel giro di poco tempo.

Consiglio pre-partenza

Una dritta utile da mettere in pratica prima di partire per le vacanze è quella di annotare le date di acquisto dei cibi lasciati all’interno del frigo. Il consiglio è valido soprattutto se si starà via molto tempo. In questo modo, si potrà seguire una corretta “linea di precedenza” quando si tratterà di consumare il tutto.

Come pulire il frigo

Il frigorifero andrebbe pulito una volta al mese utilizzando solo acqua corrente e aceto, da usare per lavare le pareti e i pezzi smontabili utilizzando una spugnetta imbevuta. In alternativa, possono anche andar bene delle gocce di limone, che servono ugualmente per eliminare odori e disinfettare in modo non aggressivo.

In caso di sporco particolarmente incrostato o odori molto persistenti e difficili da rimuovere, si può utilizzare aceto rosso e bicarbonato, mix molto potente.

 

 

Articoli correlati

La nuova frontiera della moda sostenibile è un’app per il baratto degli abiti

Redazione

Smoothie di frutta e verdura: un pieno di vitamine e antiossidanti per la pelle

Redazione Beauty

Abiti couture a noleggio: la nuova tendenza per indossare abiti da sogno a un prezzo accessibile

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento