Wondernet Magazine
LIFESTYLE

Instagram, come aumentare il numero dei follower? Consigli, tattiche e strategie

aumentare follower
Curare i profili social è diventato essenziale, un lavoro vero e proprio a tutti gli effetti. La pagina personale su Instagram è molto più che un modo per comunicare e raccontarsi: è un biglietto da visita, ma può diventare addirittura una fonte di guadagno se adeguatamente gestito.

Aumentare i follower Instagram è uno step importante e necessita di una strategia ben precisa, perché non ci si può affidare al caso per far crescere la pagina Instagram. Esistono dei metodi che in questo senso possono aiutare, per incrementare la cosiddetta fanbase.

Sono metodi, però, che devono necessariamente poggiare su due solide basi: pazienza e costanza, senza le quali nessun trucco sarà mai abbastanza geniale. Le tattiche vanno portate avanti nel tempo con perseveranza e questo vale sia per aumentare i follower delle pagine aziendali che quelli dei profili privati.

Come aumentare i follower

Come già detto, nessun profilo Instagram, né aziendale né personale, può crescere in modo esponenziale dall’oggi al domani. Può essere utile affidarsi a certe linee guida, che però non sono garanzia di successo, soprattutto se non portate avanti nel tempo senza demordere.

La concorrenza è tanta, su Instagram c’è l’imbarazzo della scelta: sono innumerevoli gli utenti che si cimentano con recensioni, con parodie, con ricette, con foto. Per questo innanzitutto bisogna trovare una chiave di riconoscibilità che consenta di emergere e spiccare nella massa.

In che modo? Differenziandosi dagli altri con peculiarità che possano distinguersi da quelle dei competitor. Più che spaziare tra diverse tematiche, meglio specializzarsi in una e rendersi un punto di riferimento: un’identità chiara e precisa è importante, perché consente anche di trovare una nicchia precisa in cui inserirsi e in cui farsi trovare.

instagram
Photo Credits: Instagram @instagram

Mai trascurare la bio: deve essere sintetica ma descrittiva, poche righe che possano subito far capire cosa si troverà scorrendo quel profilo.

Quali foto pubblicare su Instagram

Personalità, certo, ma non bisogna dimenticare che Instagram è pur sempre un social che ha fatto delle immagini il suo punto forte. Dunque queste ultime vanno curate al dettaglio, utilizzando applicazioni di post-produzione che consentano di rendere le foto accattivanti e di qualità.

Sono tantissime le app di editing che, modulando saturazione, contrasto, luminosità, tonalità rendono le foto dei piccoli gioielli. Impossibile non lasciare un like!

Quando pubblicare su Instagram

In Italia i giorni della settimana dove si registrano il picco di interazioni (like, commenti) e recettività da parte degli utenti sono il sabato, la domenica e il lunedì. L’orario da preferire corrisponde alle 15.00.

instagram
Photo Credits: Instagram @instagram

Per non avere ansie e stress da pubblicazione, ci si può avvalere di strumenti di pianificazione, app che consentono di stabilire un timing ben preciso.

Hashtag sì o hashtag no per aumentare follower?

Gli hashtag permettono di trovare contenuti di proprio interesse, perché sono parole chiave che categorizzano quel post, quella foto, permettendo a una numerosa platea di utenti di trovarlo.

Instagram consente l’inserimento di massimo 30 hashtag e andrebbero sfruttati tutti, ma attenzione: più che pubblicarli in didascalia, meglio farlo nel primo commento.

instagram
Photo Credits: Instagram @instagram

Le app vengono in soccorso anche in questo caso, come per l’editing foto. Ne esistono diverse, infatti, capaci di generare liste di hashtag tematici, da utilizzare a seconda della categoria del proprio post (food, fashion, travel e così via).

 

Articoli correlati

La nuova opera di Banksy omaggia le infermiere, eroine contemporanee

Giusy Dente

Pancia gonfia? Scopri le cause e 10 trucchi per sgonfiarla

Laura Saltari

Fiskars by Maria Korkeila, a Pitti Uomo la prima collezione di abbigliamento e accessori per il giardino

Redazione

Lascia un commento