Wondernet Magazine
FASHION WEEK

Naomi Campbell ha aperto la settimana dell’Haute Couture Digitale con un discorso a sorpresa

venere nera
Naomi Campbell ha inaugurato la settimana della moda Haute Couture Digitale: «La moda risolva le disuguaglianze», ha detto la super modella nel suo discorso.

Si è aperta oggi la settimana dell’Haute Couture Digitale, e ad inaugurarla è stata la Venere Nera Naomi Campbell. La modella ha tenuto un discorso contro le discriminazioni e in favore dell’inclusione sociale e dell’uguaglianza: «Nel 2020 abbiamo ancora una lunga strada davanti, ed è arrivato il momento di chiamare il mondo della moda per risolvere le disuguaglianze nell’ambiente lavorativo. È il momento di chiamare tutti. Cominciano da qui, da Parigi».

La Campbell, 50 anni appena compiuti, è apparsa in video con i capelli sciolti ed un look molto semplice. La super modella indossava una t-shirt nera con la scritta «Phenomenally Black». Nel suo discorso Noemi Campbell ha citato il suo “padre adottivo”, Nelson Mandela. Il politico e attivista, Presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999, scomparso nel 2013, ha radicalmente cambiato la sua vita, come ricorda spesso Naomi Campbell.

«Nelson Mandela ha detto: “l’azione senza la visione é solo il tempo che passa. La visione senza azione é sognare ad occhi aperti”. Visione con azione può cambiare il mondo Parigi, la città delle luci, il palcoscenico della moda, questa é un esortazione all’azione». Quindi la Campbell ha rivolto quell’esortazione a tutti : «Tocca a noi, tocca a voi includere la moltitudine di culture che popolano il nostro Paese. Ora più che mai è fondamentale includerli in modo permanente e non transitorio. É ora di avere conversazione regolari e stabili con le minoranze di ogni paese. Cominciamo ora. In Francia».

Articoli correlati

Burberry, la collezione Primavera/Estate 2022 dedicata all’istinto animale

Redazione Moda

Tom Ford, nella collezione Autunno/Inverno 2021 lo stile è sexy e audace

Paola Pulvirenti

“Love brings love”: a Parigi il tributo di quarantacinque brand ad Alber Elbaz

Laura Saltari

Lascia un commento