Wondernet Magazine
Musica SOLIDARIETÀ

PlayOn Fest: gli artisti della Warner Music in streaming per sostenere l’OMS contro il Covid-19

Musica che unisce e che annulla le distanze, che fa sentire più vicini, in un unico abbraccio virtuale che stringe tutto il mondo, così in difficoltà in questo momento. La pandemia e l’emergenza sanitaria in corso riguardano tutti i Paesi, siamo ovunque alle prese con un nemico invisibile che ci sta mettendo a dura prova.

Consapevoli del potere della musica, artisti e musicisti da settimane sono mobilitati nella lotta al Coronavirus. Tanti hanno usato i loro canali social in nome della sensibilizzazione e di una corretta informazione in materia. Moltissimi si sono esibiti dalle loro abitazioni, col solo scopo di intrattenere e portare un sorriso nelle case. Ma notevole è stato anche il contributo in termini economici, in nome della solidarietà verso i settori più colpiti e penalizzati da questo momento storico, nonché verso le famiglia in difficoltà, attraverso diverse raccolte fondi. Anche Warner Music ha deciso di dare il suo contributo organizzando PlayOn Fest: un festival virtuale a supporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) contro il Covid-19.

PlayOn Fest: Music is NOT Cancelled

Warner Music Group ha annunciato un festival musicale virtuale unico nel suo genere: il PlayOn Fest. L’iniziativa ha lo scopo di sostenere il Fondo di solidarietà per l’OMS, realizzato dalla Fondazione delle Nazioni Unite.

L’evento, che per la prima volta riunisce tutti gli artisti WMG, si svolgerà in streaming  dal 24 al 26 aprile. Tre giorni interamente dedicati a rivivere l’energia e la spettacolarità di alcuni indimenticabili concerti e festival: Coachella, Primavera Sound, Rock In Rio, Global Citizen Festival, per fare solo alcuni roboanti nomi.

Fan e spettatori avranno per la prima volta l’irripetibile occasione di rivivere quei live, quelle esibizioni entrate nella storia, alcune delle quali in filmati molto rari. Bruno Mars, Coldplay, Green Day, Cardi B, Ed Sheeran, Lil Uzi Vert, David Guetta, Ghali: questi sono solo alcuni dei nomi della lineup. Il programma comprende ben 72 ore ininterrotte di musica, in onda sul canale YouTube di Songkick.

Tutto il ricavato andrà all’Organizzazione Mondiale della Sanità per la lotta contro il Covid-19. Infatti, durante tutto l’arco del festival, i fans potranno fare le loro donazioni, che serviranno a garantire ai malati le cure necessarie, ad assicurarsi che i medici abbiano il materiale di protezione necessario, ad accelerare le ricerche sul vaccino.

Artisti WMG uniti nella lotta al Coronavirus

Cardi B, una delle star protagonista dell’evento, ha caldamente invitato i fan a non perderselo: «Non facciamo scherzi! Guardate tutti il PlayOn Fest dal 24 al 26 aprile e aiutateci a raccogliere fondi per l’OMS per la lotta contro il Covid-19. Grazie a tutti coloro che lavorano in ospedale e che stanno dedicando tutto loro stessi per aiutare a salvare vite umane! Siccome adesso non posso cantare su un palco, vi faccio rivedere la mia esibizione al Global Citizen Festival. La speranza è che possa far passare a tutti qualche minuto di spensieratezza. Teniamo duro!».

Tra le altre performance leggendarie in programma (mai pubblicate prima su YouTube) spicca quella dei Coldplay nel loro concerto a San Paulo, durante il tour di A Head Full Of Dreams del 2017, che è diventato poi il terzo più grande tour di tutti i tempi.

E ancora: Ed Sheeran sul palco di Austin City Limits, Ghali al Forum di Assago nel tour Dai Palazzi ai Palazzetti del 2018, David Guetta al Tomorrowland 2017, Lil Uzi Vert al suo debutto nel 2018 al Lollapalooza, Wiz Khalifa nel 2019 al Coachella e tanto altro ancora.

Articoli correlati

A 10 anni dalla scomparsa, su MTV il documentario “Amy Winehouse & Me: Dionne’s Story”

Redazione

Niccolò Fabi torna con un album di inediti e un tour nei teatri italiani [VIDEO]

Laura Saltari

Taylor Swift: a soli sei mesi da “Folklore”, è uscito a sorpresa il nuovo album “Evermore”

Anna Chiara Delle Donne

Lascia un commento