Wondernet Magazine
SOLIDARIETÀ

Anche DROMe converte la propria attività e realizza mascherine da donare agli ospedali

DROMe si aggiunge a molti altri imprenditori del fashion system che stanno rispondendo concretamente agli appelli di ospedali e aziende sanitarie. Il brand produrrà mascherine da donare ad aziende ospedaliere. 

Il brand DROMe si unisce a tanti altri nomi, tra i più blasonati dell’industria del fashion italiano. Sono davvero molte le aziende che in queste settimane stanno riconvertendo la loro produzione di capi di abbigliamento in quella di mascherine per medici e operatori sanitari. Numerose case di moda hanno i loro poli produttivi in Toscana, e da qualche tempo hanno modificato la loro produzione per l’emergenza coronavirus. Tra queste Gucci, Salvatore Ferragamo, Fendi, Celine, Serapian con pelletteria Richemont, Prada, Valentino, per citarne solo alcune.

La scorsa settimana la Factory Srl, azienda di Fucecchio (FI) operante nel settore tessile, leader nella lavorazione della pelle e produttrice tra altri del brand DROMe, ha deciso di sospendere tutte le sue attività per proteggere la salute dei propri dipendenti.

Alcuni di essi, a margine di questa decisione, hanno deciso volontariamente di affiancare Marianna Rosati, creative director del brand DROMe. In molti infatti si sono messi a disposizione nella conversione delle attività produttive per la realizzazione di mascherine in cotone. I dispositivi verranno poi donati alle aziende ospedaliere locali, per supplire all’attuale carenza di dispositivi medici nei reparti maggiormente colpiti dall’emergenza covid-19. 

drome
Marianna Rosati, creative director di DROMe, al lavoro nella produzione di mascherine

 

drome
Ferrero Rosati, brand director di DROMe

Articoli correlati

Chiara Ferragni e Fedez donano 100mila euro e aprono una raccolta fondi per il San Raffaele di Milano

Laura Saltari

Coronavirus: gara di solidarietà da parte di imprenditori e industriali per sostenere l’emergenza nazionale

Redazione

Solidarietà digitale: tante aziende mettono a disposizione servizi gratuiti, dalla telefonia ai quotidiani on line

Giusy Dente

Lascia un commento