Wondernet Magazine
Cinema

Razzie Awards 2020, Hollywood premia il peggio del cinema: trionfa “Cats”

razzie awards 2020 cats
Sono tempi duri per il cinema, che sta subendo l’effetto Coronavirus. Tante produzioni sono state bloccate (Matrix 4 e Uncharted, per citarne due), le sale sono chiuse, diverse manifestazioni sono state annullate e rimandate. L’ultima, in ordine di tempo, sarebbe il Festival di Cannes (previsto per maggio), anche se manca ancora la conferma ufficiale degli organizzatori.

Stessa sorte è toccata alla serata di premiazione dei Razzie Awards 2020, cancellata al pari di molti altri eventi proprio per l’emergenza Coronavirus. Sono però stati ugualmente resi noti i vincitori di questi riconoscimenti, non proprio ambitissimi.

Si tratta, infatti, dei premi assegnati a tutto il peggio del cinema hollywoodiano, dagli attori ai registi passando per gli sceneggiatori e ovviamente arrivando fino al peggiore film.

Razzie Awards: Cats è il flop per eccellenza

È il 1981: il musical Cats, composto da Andrew Lloyd Webber su testi di Thomas Stearns Eliot (autore del libro Il libro dei gatti tuttofare) vince ben 8 Tony Award, tra cui quello di Miglior Musical.

È il 2020: il film di Tom Hooper, basato sull’omonimo musical, vince 6 Razzie Awards (su 7 candidature) tra cui quello di Peggior Film.

Questo adattamento rientra certamente tra i meno riusciti di sempre: un vero e proprio flop. Non ha reso minimamente giustizia al cult che lo aveva preceduto e che resta ancora oggi, a distanza di più di trent’anni, uno dei musical più amati, longevi e redditizi di sempre.

Ma certo, poteva anche andare peggio. Nell’edizione 2011 dei Razzie Awards il film Jack e Jill ottenne ben 10 premi su 10 nomination ricevute! Un record ancora imbattuto.

Razzie Awards 2020: tutti i vincitori

L’ironico premio, che prende in giro la stagione cinematografica dell’anno precedente, esiste dal 1981. Ecco dunque tutti i premiati di questa edizione 2020.

  • Peggior film: Cats, regia di Tom Hooper
  • Peggior attore: John Travolta, The Fanatic (per lui si tratta addirittura della seconda vittoria in questa categoria, dopo quella di 20 anni fa per Battaglia sulla Terra)
  • Peggior attrice: Hilary Duff, The Haunting of Sharon Tate
  • Peggior attore non protagonista: James Corden, Cats
  • Peggior attrice non protagonista: Rebel Wilson, Cats
  • Peggior coppia: qualsiasi palla di pelo di mezzi felini e mezzi umani in Cats
  • Peggior prequel, remake, rif-off o sequel: Rambo Last Blood
  • Peggior regista: Tom Hooper, Cats
  • Peggior sceneggiatura: Cats  (scritto da Lee Hall e Tom Hooper, basato sul musical di Andrew Lloyd Webber)
  • Razzie Redeemer Award: Eddie Murphy, Dolemite Is My Name
  • Peggiore disprezzo per la vita umana e la proprietà pubblica: Rambo Last Blood 

Articoli correlati

“Il Cinema non si ferma”: su Rai Cinema la commedia che raccoglie fondi per la lotta al Covid

Redazione

“I wanna dance with somebody”: presto un biopic su Whitney Houston

Giusy Dente

Zoe Massenti, la star di TikTok debutta nel cinema con il prequel de “La Befana vien di notte”

Redazione

Lascia un commento