Wondernet Magazine
NEWS

Catherine Deneuve colta da malore. L’attrice è in ospedale a Parigi

Secondo il quotidiano francese “Le Parisien” sarebbero gravi le condizioni di Catherine Deneuve, ricoverata nelle prime ore di questa mattina in un ospedale di Parigi

Secondo quanto riportato poco fa dal quotidiano, l’attrice, oggi 76enne, sarebbe in “condizioni gravi” e necessiterebbe di esami approfonditi. Fonti a lei vicine citate da BFM-TV hanno riferito di una “botta di stanchezza”, dovuta all’agenda molto fitta. L’attrice francese è impegnata, dal mese scorso, sul set dell’ultimo film di Emmanuel Bercot, “De son vivant”, con Benoît Magimel.

Con Brigitte Bardot è una delle icone del cinema francese

La Deneuve è considerata una delle icone del cinema francese, tanto che il suo volto dopo quello di Brigitte Bardot è stato usato come modello per l’iconica figura Marianne, simbolo femminile della Repubblica Francese. L’attrice ha debuttato appena adolescente, nel 1956, nel film “Le collegiali”. Nel 1964, dopo aver interpretato alcuni ruoli minori, ha incontrato Jacques Demy che l’ha voluta come protagonista del musical “Les Parapluies de Cherbourg”. Con questo film, per la Deneuve si sono spalanate le porte del successo e del grande cinema d’autore. Interpreta “La costanza della ragione” di Pasquale Festa  Campanile nel 1964, “Répulsion” di Roman Polański nel 1965 e “Bella di giorno” di Luis Buñuel nel 1967. Quest’ultima interpretazione è elencata nelle 100 miglior interpretazioni di tutti i tempi secondo il Premiere Magazine.

La Deneuve in un fotogramma di “Belle de jour” di Louis Buñuel (1967)

Una carriera ricca di soddisfazioni e riconoscimenti

Negli anni ’70 ha continuato a girare film non solo in Francia ma anche all’Estero, soprattutto in Italia, collaborando con registi come Marco FerreriMauro Bolognini e Dino Risi. Negli Stati Uniti ha recitato accanto a Omar SharifJack Lemmon e Gene Hackman. È stata anche la protagonista della clip di Joe Cocker N’oubliez Jamais, del 1977.

Il primo César come migliore attrice arriva nel 1981 con la sua interpretazione de L’ultimo metrò di François Truffaut. Nel 1992 ottiene il suo secondo premio con il film Indocina, parte che le è valso nello stesso anno anche la candidatura all’Oscar come miglior attrice protagonista.

Nel 1998 ha vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile nel film Place Vendôme. Nel 2001 ha girato il musical 8 donne e un mistero diretto da François Ozon, e  Dancer in the Dark di Lars von Trier. Tre anni più tardi, la Deneuve ha pubblicato le sue memorie nel libro autobiografico “A l’ombre de moi-meme”.È stata Presidente della giuria della 63ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, nel 2006. Infine, nel 2008, ha ricevuto un Premio speciale al 61º Festival di Cannes.

Un solo matrimonio, due figli da Vadim e da Mastroianni

Catherine Deneuve è stata sposata una sola volta, dal 1965 al 1972, con il fotografo britannico David Bailey. I suoi  due figli sono nati entrambi da relazioni con attori: Christian, avuto nel 1963 dal regista Roger Vadim, e Chiara Mastroianni, nata nel 1972 dalla sua lunga storia d’amore con Marcello Mastroianni.

 

Articoli correlati

Grave lutto per Romina Power: la sorella minore Taryn è morta per una rara forma di leucemia

Redazione

È italiana la scarpa più preziosa del mondo: costa 19,9 milioni di dollari

Laura Saltari

Coronavirus, il premier britannico Boris Johnson è positivo al test

Redazione

Lascia un commento