Wondernet Magazine
MUSICA

Måneskin, Marlena torna nel nuovo singolo “Le parole lontane” [Testo]

Il 13 settembre 2019 uscirà in radio “Le parole lontane”, il nuovo singolo in italiano dei Måneskin già certificato disco d’oro.

È il quinto singolo estratto da “Il ballo della vita”,  il progetto discografico della band con oltre 154,7 milioni di stream e certificato doppio disco di platino. Dopo “Chosen”, “Morirò da Re”, “Torna a Casa” e “Fear For Nobody” arriva il nuovo brano, accompagnato dal videoclip, ideato dai Måneskin con la regia di Giacomo Triglia, che vede tornare protagonista Marlena, la figura femminile fil rouge nel lavoro della band, rappresentazione della libertà di espressione e dell’ispirazione artistica.

La band dei Måneskin si è formata a Roma nel 2015, ed è composta da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio. Ha raggiunto la notorietà nel 2017 in seguito alla partecipazione all’undicesima edizione di X Factor, nella quale, pur essendosi classificati secondi, sono stati gli artisti di maggior successo, firmando poco dopo un contratto con l’etichetta discografica Sony Music.

Ne “Le parole lontane”, una ballad dalle sonorità folk inedite, con una risonanza che ricorda suoni medievali creati nell’arrangiamento dal dobro, si sperimenta la separazione di Marlena. La distanza è raccontata attraverso una resa scenica che vede la musa ispiratrice avvicinarsi e unirsi a Damiano, Victoria, Thomas e Ethan, per poi allontanarsi e svanire.

Le Parole Lontane – Testo

“Come l’aria mi respirerai
il giorno che ti nasconderò
dentro frasi che non sentirai
che l’errore tuo è stato amarmi come se
domani il mondo fosse uguale a com’era ieri
adesso lasciami credere che questo sia reale
che sento l’ansia che sale, bevo le lacrime amare
ti prego lasciami perdere dentro l’acqua del mare
che le parole lontane giuro te le voglio urlare
perché ti sento lontana, lontana da me

perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana da me

Il tempo brucerà tutti i fogli che parlan di te
piangerai con me sotto il sole poi diluvierà
per portare via le parole forse inutili
canteremo insieme ma restando muti
adesso portami a casa che mi spaventa l’inverno e le gambe stanno cedendo
non vedi che ho troppo freddo
Marlena portami a casa che il tuo sorriso è stupendo
ma sai se adesso ti perdo non vedo neanche più un metro
perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana
perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana, lontana da me yeeh
perché ti sento lontana, lontana da me
perché ti sento lontana da me

E come l’aria mi respirerai
il giorno che ti nasconderò
dentro frasi che non sentirai”

Articoli correlati

Luciano Ligabue torna a Campovolo per festeggiare 30 anni di carriera

Nicolò Grigoletto

Jazz, l’autunno è la stagione dei Festival. Gli appuntamenti da non perdere

Nicolò Grigoletto

Coez “È sempre bello in tour”, il video del sold out al Mediolanum Forum di Assago

Redazione

Lascia un commento